Territorio di Gravina in Puglia

Le bellezze di Gravina in Puglia

Territorio di Gravina in Puglia

G

ravina in Puglia accoglie due importanti edifici vale a dire la Chiesa si San Michele e il Duomo: quest'ultimo appare come un antico edificio della seconda metà dell'undicesimo secolo ma più volte risistemato in cui spiccano i tratti dello stile romanico-gotico.

Al suo interno è da notare un bellissimo soffitto in legno che arricchisce l'edificio esternamente comprensivo di un rosone posto sulla parte destra della facciata.

Particolare è la Chiesa di San Michele, su cinque navate e inserita nella roccia di tufo; tra le altre Chiese ricordiamo quella della Madonna delle Grazie la cui facciata è a dir poco spettacolare per via dell'immagine di un'imponente aquila nonchè il simbolo del vescovo Giustiniani di Chio.

Ritratti di Garibaldi e di Vittorio Emanuele II si trovano all'interno della Torre dell'Orologio, limitrofa alla biblioteca di Gravina in Puglia che risale al diciassettesimo secolo; per la sua singolarità colpisce la Chiesa del Purgatorio la cui facciata (ed è impossibile non notarlo) è impreziosita da due scheletri.

Si visitino anche il duecentesco castello federiciano che giace su una collinetta di Gravina in Puglia e che pare sia nato per volere di Federico II di Svevia il quale era desideroso di dare vita a un parco per l'uccellagione.

Altrettanto interessante è Palazzo de Gemmis Pellicciari (palazzo nobiliare con due torri).

Se il visitatore è incuriosito dalla storia di Gravina in Puglia può ammirare i suoi resti in quella che viene definita "Gravina sotterranea".

Articoli correlati